Type
Article
Title
Fatti sociali, individualismo cognitivo e determinismo individuale
Translated title
Social Facts, Cognitive Individualism and Individual Determinism
In
Sociologia e ricerca sociale
Editor
IT : Edizioni Franco Angeli
Volume
32
Number
95
Pages
49 - 64 p.
ISSN
11211148
Abstract
IT
Il recente volume di Marzio Barbagli (2009a) ha giustamente riaperto il di- battito sul celeberrimo testo sul suicidio di Emile Durkheim e sulle sue impli-cazioni per la sociologia. Il dibattito si è così orientato sui limiti della spiega-zione sociale del caposcuola francese, sulle possibilità di una spiegazione della variazione nei tassi di suicidio sulla base di cambiamenti culturali, e sui meriti e i limiti delle diverse tipologie proposte. Questo articolo intende discutere un punto che è rimasto sottotraccia nel dibattito italiano, ma che è al centro di forti contrapposizioni nelle scienze umane e sociali: la controversia fra spiegazione dei fatti sociali in termini durkheimiani e spiegazioni formulate in una versione radicalizzata dell’individualismo metodologico. Versione difficilmente ricon-ducibile alla sociologia comprendente di Weber, etichettabile semmai come de-terminismo individuale, e foriera di una nuova sociobiologia, ovverosia di am- pie «concessioni» alle neuroscienze cognitive e alle spiegazioni genetiche (...).

BIBLIOGRAPHIC QUOTE
EXPORT